Sesso senza amore sì grazie. Perché è importante accettare il desiderio fine a se stesso

Sesso con 27045

Spesso, non è necessario avere una ragione precisa. Ma il discorso vale per ogni fascia di età, per ogni stagione della vita, per le questioni o le motivazioni più diverse: la fine di una storia, la voglia di ritrovarsi, il calo della libido, ragioni di salute, una scelta motivata da ragioni individuali. Ovviamente, se si interrompono i rapporti sessuali occorre aspettarsi, con una certa probabilità, una serie di cambiamenti nel proprio organismo e nel proprio umore. Ma in media la reazione più immediata ruota intorno alla libido, in uno scenario nel quale i desideri sessuali tendono ad affievolirsi.

Improvvisamente allora, dalla trentina alla sessantina, quali sono le posizioni più consigliate alle coppie che vogliono godere del erotismo senza rischiare una gita al allestito soccorso. Con la consulenza della sessuologa Laura Rivolta. Uno dei modi migliori per ovviare a questo inconveniente è mettersi a 4 zampe: «Il aggravio grava sulle mani e sulle ginocchia, alleggerendo la pelvi», conferma la sessuologa Laura Rivolta. I due partner giacciono entrambi su un fianco, faccia a faccia o girati dalla stessa brandello. Oltre a non affaticare la area lombare, consente alla neo-mamma, la cui mucosa vaginale è ancora ipersensibile, di controllare la forza e la profondità della penetrazione» A 40 anni La quarantina è il momento in cui probabilmente, se sei destinata a affliggersi di sciatica, avrai le prime avvisaglie. Se nel decennio precedente hai logorato spesso posizioni a 4 zampe e a cucchiaio, entrambe comunque ottime per alleggerire la pressione sul nervo sciatico, per cambiare prova la cavallerizza di spalle: «Siedi a cavalcioni del tuo compagno supino, offrendogli lo spettacolo delle tue natiche», consiglia la dottoressa Ammutinamento. A 50 anni Menopausa, estrogeni in caduta libera, mucose che si assottigliano e lubrificazione difficile: il risultato è dolore durante la penetrazione. A attuale si aggiunge il rischio di prolassi pelvici, vale a dire uno oppure più organi interni — come la vescica, per esempio — che si spostano dalla loro sede normale e premono sulla vagina.

E tutto questo comporta un forte collisione sulle relazioni sociali e sul denuncia intimo con il tuo compagno. Quando si parla di sesso in climaterio si introduce un argomento delicato. La menopausa, infatti, è una fase di cambiamenti che la coppia deve afferrare ad affrontare con serenità. Un attraversamento obbligato e molto delicato per te, ma anche un momento da associarsi e accogliere in modo pro—attivo insieme il tuo compagno, alla scoperta di una nuova e piacevole intimità. Se ci sono problemi nella relazione non solo di rapporti sessuali , esistono sempre soluzioni per affrontare questo epoca di transizione e ritrovare il appagamento di coppia. Devi sapere che stai vivendo un normale passaggio della tua vita, niente di più. La climaterio, ancora oggi, è percepita da alcune donne come un momento negativo in cui la perdita della fertilità sembra coincidere con la perdita della propria femminilità. Oggi, è chiaro a tutti che il sesso in menopausa potrebbe risentire dei cambiamenti in atto bensм, come in ogni fase di attraversamento, alla fine tutto si risolve. In entrambi i casi è importante compromettere, e non allontanare, chi ti sta accanto.

Affinché cosa fare quando nella coppia ciascuno dei due non vuole fare sesso? Appunto, gesti davvero insignificanti. Eppure, in considerazione del dolore che provoca è, invece, una questione molto importante. Di cosa parlo?