#preghiamoinsieme e inviaci i tuoi whatsapp al numero 335 1243722

Anche a raggiungerti in 563246

Le regole da rispettare restano più o meno le stesse, con qualche spazio in più di movimento. Dal 16 gennaio - anche in zona rossa - «è venuta meno l'esclusione delle cosiddette seconde case ubicate dentro e fuori regione dal novero delle proprie abitazioni cui è sempre consentito il rientro». Dunque via libera, come già anticipato dal Sole 24 Oreagli spostamenti nelle seconde case, anche in regioni arancioni o rosse. Se la casa è di proprietà o in affitto a lungo termine, ma in questo caso solo se affittate prima del 14 gennaio Esclusi, dunque, gli affitti brevi, quelli per un fine settimana o un breve periodo. Fra le novità nelle Faq del Governo, in area rossa, nello svolgimento di un'attività sportiva che comporti uno spostamento per esempio la corsa o la biciclettaè possibile entrare in un altro Comune, «purché tale spostamento resti funzionale unicamente all'attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza». E in zona rossa è consentito il lavoro di dog sitter, assimilabile, spiegano, a quella di collaborazione domestica. Si possono portare in auto non conviventi, con il guidatore al volante e massimo due passeggeri per ciascuna fila di sedili. E tutti con la mascherina.

La Presidenza del Consiglio ha pubblicato abbandonato oggi sul sito del governo le cosiddette faq, le domande più frequenti con relative risposte, riguardanti il dpcm del 3 dicembre inerenti alle regole valide dal 21 dicembre al 6 gennaio. In esse viene specificato affinché «gli spostamenti per turismo all'interno del territorio nazionale sono consentiti, e comunque esclusivamente con partenza e destinazione in area gialla, se la partenza avviene entro il 20 dicembre o dal 7 gennaio Non sono consentiti spostamenti per turismo in Italia con il 21 dicembre e il 6 gennaio». Stesso discorso vale per gli spostamenti verso le seconde case in una regione diversa dalla propria sono consentiti soltanto entro il 20 dicembre e dopo il 7 gennaio e comunque esclusivamente se il luogo di partenza e quello di destinazione si trovano entrambi in area gialla. Posso andare a trovarli per le feste? Questa la risposta: «Nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio sarà comunque possibile spostarsi solo all'interno del proprio comune. Le regole su spostamenti, aperture dei negozi, ristoranti etc. No, rimangono valide le distinzioni con area rossa, arancione e gialla. In quali casi è possibile spostarsi nella seconda casa nel periodo dal 21 dicembre al 6 gennaio ?

Per spostarsi da un Paese all'altro, in molti casi, è necessario riempire il documento utilizzato dalle autorità sanitarie nel caso in cui i passeggeri siano stati esposti ad un contagio Covid al fine di facilitare il tracciamento dei contatti. Ecco cosa bisogna attivitа. Tamponi, green pass, ma non abbandonato. Al fine di fronteggiare la epidemia, è stato sviluppato il sito web app. Ecco quali sono le istruzioni per compilare il PLF europeo. Lo stesso vale anche per gruppi di persone che viaggiano insieme. A seconda delle risposte: per i Paesi insieme un proprio PLF, il sito europeo per il PLF reindirizzerà al collocato nazionale e sarà necessario seguire le istruzioni che saranno fornite.

Dalle molte domande giunte dai lettori in materia di spostamenti consentiti o inferiore, a fronte delle regole previste dal Dpcm dello scorso 3 novembre insieme le disposizioni per le tre differenti aree di rischio, si evince innanzitutto una cosa: i casi della attivitа sono più complessi di quanto una legge potrà mai arrivare a divinare. Vediamo ora di affrontare le varie domande posteci dai lettori, ricordando certo che il consiglio primario, in accidente di dubbi, è sempre quello di rivolgersi alle forze dell'ordine. Ricordiamo, ancora, in particolare per i cittadini di Verona, che il Comune ha riattivato il servizio numero verde emergenza Covid al quale possibile presentare anche dubbi e richieste di chiarimento relativamente al Dpcm ad oggi in vigore. Ad oggi il Piemonte è zona arancione e il Veneto zona gialla. In entrambe le Regioni la FAQ del Governo sulle cerimonie recita come segue: «Cosa prevede il decreto per lo svolgimento delle funzioni religiose? Questa la risposta che viene fornita: «Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si possono svolgere , purché nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Autoritа con le rispettive confessioni». I protocolli menzionati si trovano tra gli allegati al Dpcm del 3 novembre, nello specifico il protocollo con la CEI che, supponiamo, sia quello che interessa la nostra lettrice è l' Accluso 1. Qui si parla in atteggiamento esplicito al punto 3. Detto quindi che il matrimonio parrebbe consentito, seppur rispettando il protocollo previsto, la seconda parte del problema riguarda l'eventuale differimento della nostra lettrice da una Area arancione ad una Regione gialla per celebrare il matrimonio.