Finalmente riesce ad infilare in cazzo in quel culo

Signora te attende 552714

La signora senza naso. Cioè il teschio, simbolo della morte. Mangiarsi i maccheroni. Intuire le vere intenzioni nascoste. Un male immaginario. Una scusa per sottrarsi a qualche incombenza poco gradita. Malato immaginario.

Benché, se credi, accetta le armi di difesa che ti offro. Non ti parlo con il linguaggio degli Stoici, ma in tono più sommesso; noi, definiamo poco importanti, trascurabili, tutte le avversità che ci strappano gemiti e lamenti. Tralasciamo queste parole magnanime, bensм, buon dio, vere; ti raccomando abbandonato di non essere infelice anzitempo: le disgrazie che hai temuto imminenti, probabilmente non arriveranno mai, o almeno non sono ancora arrivate. Il primo bucato per il momento rimandiamolo: il dilemma è controverso e c'è una colloquio in corso. Vedremo in seguito se quei mali hanno forza per esse stessi o per la nostra difetto. Perché stanno in allarme, perché hanno paura anche di toccarmi, quasi affinché le disgrazie fossero contagiose?

Cambiano i suonatori, ma la musica è sempre quella. Campa cavallo che l'erba cresce. Cane che abbaia non morde. Cane non mangia cane.