Il sesso visto da lui: ecco perché è il suo chiodo fisso

Sempre voglia 105338

Spesso, non è necessario avere una ragione precisa. Ma il discorso vale per ogni fascia di età, per ogni stagione della vita, per le questioni o le motivazioni più diverse: la fine di una storia, la voglia di ritrovarsi, il calo della libido, ragioni di salute, una scelta motivata da ragioni individuali. Ovviamente, se si interrompono i rapporti sessuali occorre aspettarsi, con una certa probabilità, una serie di cambiamenti nel proprio organismo e nel proprio umore. Ma in media la reazione più immediata ruota intorno alla libido, in uno scenario nel quale i desideri sessuali tendono ad affievolirsi. Il sesso è una questione in parte fisica e in parte mentale. Ci sono poi possibili conseguenze di tipo strettamente fisiologico. In generale, chi è meno stressato tende a fare più sesso, ma di nuovo si tratta di un collegamento e non un rapporto causa-effetto, dicono gli esperti. In ogni caso, se il sesso rappresenta invece un sollievo dallo stress, sospenderlo potrà evidentemente risultare dannoso. E abbattere i livelli di stress.

Niente da dire? Non preoccuparti, non è grave: sta solo pensando al erotismo. Ma tant'è, siamo stati programmati differentemente , noi e i rappresentanti del sesso forte. Ma per quale causa gli uomini pensano al sesso notevole più delle donne? Ce lo spiega la scienza, scopriamolo insieme. Nottata di fuoco? Facciamocene dunque una ragione: se per noi la famiglia, la abitazione, il lavoro sono propritari, per i signori uomini il sesso resta basilare se è vero, come dimostrato da uno studio recente svolto presso una università britannica, che in media sono ben 13 le volte in cui pensano al sesso durante la dм. Roba da non credere, tuttavia - numeri alla mano - non resta che arrenderci: se la matematica non è una opinione, in una dм i maschietti rivolgono all'argomento sesso almeno un pensiero ogni ora: mica ingiustamente, no? Dallo studio emerge che questi neuroni si sviluppano con la maturità sessuale e funzionano come un bubbolo d'allarme che costantemente ricorda al forte che le esigenze sessuali sono prioritarie, tanto che durante il rapporto sessuale fanno dimenticare perfino l'esigenza di cibarsi.

Buona caccia. Certo il titolo inglese Dark Desire funziona di più, catapulta adesso in una situazione da vietato ai minori. In Oscuro desiderio sono tutti molto belli, e più sono belli più la trama è un confusione frettoloso e ripetitivo. Ma chi se ne importa. No alla seconda clima. E vabbè. Ma quello che ci interessa è il contenuto erotico, no? Gli episodi — tutti lunghissimi — sono

Quante volte abbiamo sentito questa frase? Una considerazione che, se nella maggior brandello dei casi è condivisibile, quando si parla di sesso presta il anca a qualche perplessità. Soprattutto se ci si riferisce al sesso nelle coppie di lunga data. Il Daily Mail, ad esempio, arriva a sostenere affinché le coppie felici abbiano rapporti almeno tre o quattro volte a settimana. Una volta ogni sette giorni è, invece, la più verosimile media individuata da una ricerca effettuata a Toronto su Sembra, insomma, avere ragione Michael Broohs, scienziato inglese quando dice affinché quando il sesso va bene, computo il dieci per cento in una relazione, quando va male, il novanta per cento. Quello che sembra essenziale è, quindi, mantenere vivo il ambizione, anche quando non si concretizza nel talamo. Una connessione intima con il proprio partner che inevitabilmente crea attrattiva e armonia. Insomma il benessere sessuale riflette il benessere della vita di coppia.